milanoprestiti.net - Cerca i migliori Prestiti a Milano e provincia

in News

È stato registrato il reddito medio annuale dell’anno 2014 e si è scoperto che questo raggiunge appena i 20mila euro, mentre sono pochissimi gli italiani a guadagnarne almeno 50.000. Si tratta, comunque, di un miglioramento rispetto all’anno precedente, ma nulla di rassicurante.

Coloro che dimostrano di ricevere un guadagno maggiore sono i lavoratori autonomi, mentre la regione in cui si viene pagati di più è la Lombardia.

 

A occuparsi della statistica è stato il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF), che ha registrato tutti i dati relativi agli introiti di lavoratori pubblici ed autonomi che pagano le tasse regolarmente.

 

È, così, venuto fuori che il 49% degli italiani guadagna circa 20.000 euro all’anno, dichiarando il 57% dell’Irpef. Quasi l’altra metà scende, però, sotto i 20mila, con una media di 15mila euro per il 46% dei contribuenti e che dichiara il 5% dell’Irpef totale.

 

Mentre, il restante 4%, guadagna cifre annuali che si aggirano sui 50mila euro, dichiarando il 35% dell’Irpef. Certo, non è una novità che siano pochi i fortunati a ricevere un simile stipendio, pensando che solo lo 0,1% guadagna più di 300mila euro l’anno, ovvero 31.700 italiani in totale.

 

Il valore complessivo del reddito dichiarato si aggira, quindi, sugli 800 miliardi, mentre il valore medio equivale a 20.320 euro, ma di poco, dal momento che l’altra metà arriva a mala pena a 16.430 euro all’anno.

 

Questo rappresenta, tuttavia, un aumento rispetto al 2013, con lo 0,4% in più. Si è anche registrato che la regione in cui si riceve una retribuzione maggiore è la Lombardia, mentre all’ultimo posto si trova la Calabria, preceduta dalle altre regioni del Sud.

 

Una situazione decisamente difficile, anche se ovviamente più rassicurante perché migliore rispetto agli anni passati. C’è ancora tanto da fare, però, per poter uscire dalla crisi economica che ci attanaglia.

publisher
back to top